Pelle Sensibile? ecco qualche astuzia per aiutarti.

1 – Detergere la pelle: Il latte detergente

Per struccare e detergere la tua pelle, applica un latte detergente lenitivo su un batuffolo di cotone e passalo su tutto il viso, facendo attenzione a non sfregare.
Procedi a partire dal centro del viso verso l’esterno, dal mento verso la fronte e dal mento verso il décolleté.
Se hai una pelle particolarmente delicata, applica il latte con le mani.

Astuzia: Per non irritare la tua pelle, cambia spesso il batuffolo di cotone. Un batuffolo utilizzato troppo a lungo si sfilaccia e irrita la pelle.

2 – Perfezionare la pulizia del viso: l’acqua micellare

Per perfezionare la pulizia della pelle del tuo viso e prepararla al trattamento, applica un’acqua micellare lenitiva su viso e collo compreso.

Astuzia: Non dimenticare di applicare l’acqua micellare anche sul collo dove la pelle essendo molto delicata, invecchia più rapidamente.

3 – Proteggere la pelle: la crema idratante

Per evitare che la tua pelle del viso tiri, è necessario idratarla con un trattamento specifico lenitivo che prevenga la sensazione di irritazione.
Applica un poco di crema sul viso con i polpastrelli, dal centro del viso verso l’esterno, dal mento verso la fronte e dal mento verso il décolleté.

Astuzia: Per il contorno degli occhi, utilizza un trattamento che sia testato oftalmologicamente e dermatologicamente.

4 – Lenire i rossori: il trattamento specifico lenitivo

Se la tua pelle è incline alla comparsa di arrossamenti, applica una crema idratante anti-rossori.
Falla penetrare massaggiando delicatamente fino a che sia assorbita.

Astuzia: Per rinfrescare la pelle in ogni momento della giornata, vaporizza un’acqua lenitiva.

5 – Risultato finale

La tua pelle è lenita!

Il confort della pelle del tuo viso è importante per sentirti a tuo agio in tutte le situazioni. Giorno dopo giorno, grazie a questo trattamento la tua pelle sarà meno reattiva. Gli arrossamenti saranno attenuati e eviterai la fastidiosa sensazione di “pelle che tira”.


fonte: www.yvesrocher.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *